RIFLESSIONI SULLA BELLEZZA E SULLA GIOVINEZZA

Il concetto di bellezza si basa su parametri culturali, razziali, etnici e temporali

“La Bellezza è una magnifica lettera di presentazione”.

MARCO AURELIO - imperatore romano dal 161 al 180 d.C.

La  bellezza  varia  in  base  alle particolarità  di  un  popolo, al  luogo  dove  si  vive ed  è in  rapporto  ad  un determinato  periodo  di  tempo. Esiste una “predisposizione genetica” a riconoscere il bello. La superficialità dei contatti, determinata dalla vita intensa e caotica indotta dall’efficienza richiesta dalla società moderna, fa si che alla bella presenza ed alla gioventù si paghi un prezzo alto … un prezzo così alto aggrava ancor più l’eventuale isolamento di chi non è in possesso di questi attributi.

 

 “La Bellezza è creazione, è provocazione, è sogno: per l’Umanità’ è un lusso necessario!”

Ivo PITANGUY

La storia dell’umanità è la storia della bellezza: niente altro è stato più celebrato

La letteratura ci offre esempi di personaggi che dal dottor Faust a Dorian Gray sono scesi ad ogni sorta di compromesso per poter avere o conservare bellezza e gioventù. Tutti i mezzi di comunicazione, quali cinema, televisione, quotidiani, settimanali non fanno altro che esaltare il successo della bellezza. Nel concetto di bellezza non è presente solo la perfezione della forma corporea, ma vi sono innumerevoli altri fattori. Tra questi l’armonia e l’equilibrio tra le parti costituenti il tutto e il sentimento che ispira l’osservatore.

Il culto della giovinezza è naturale e giustificabile in un mondo dove più del 60% della popolazione è al di sotto dei 30 anni.Mantenere un aspetto giovanile non è  solo questione di vanità, ma anche di sopravvivenza! Nel lavoro, nella società e nei sentimenti amorosi la giovinezza, anche se non reale, ma per lo meno apparente, è un requisito di inestimabile valore. Se ciò sia giusto e buono, non è questa la sede per discuterne il fatto è che esiste e che ciascuno vi si adatta nel miglior modo possibile.

 

“L’amore per sé stessi, o mio Signore, non è peccato così vile come la trascuratezza di se stessi”

Dall’ Enrico V di W. SHAKESPEARE (1546-1616)



NEWS

12 Mar

Belli si diventa Belli si rimane

Medicina e chirugia estetica: le cose da sapere Sugarco Editore 2012 - Milano

12 Mar

Chirurgia e Medicina Estetica del viso

Scienza ed Arte in Chirurgia e Medicina Estetica del viso. Verduci Editore, 2011 – Roma  Insieme a Gasparotti M.